Come ti vedi tra 10 anni?Parola ai nostri studenti
20 Maggio 2021

Tutto quello che devi sapere sul riconoscimento della professione dell’Osteopata

Nell’ultimo mese, avrai sicuramente letto di alcune novità in merito al riconoscimento della professione dell’Osteopata.

Sono state dette tante cose e, con questo articolo, cerchiamo di riassumerle per poterti fornire una visione completa e, soprattutto, aggiornata della situazione.

Quindi, prenditi 5 minuti di tempo per leggere tutto l’articolo.

 

In data 24 Giugno 2021, si è concluso il primo step dei decreti attuativi della Legge 3/2018 (Legge Lorenzin).

In questa data è stata istituita la professione sanitaria dell’Osteopata con Decreto del Presidente della Repubblica firmato in data 07/07/2021.

L’intero Iter ha come riferimento l’articolo 7.

 

COSA DICE L’ARTICOLO 7

  • Nell’ambito delle professioni sanitarie sono individuate le professioni dell’Osteopata e del Chiropratico, previo parere tecnico-scientifico del Consiglio Superiore di Sanità.
  • Con l’accordo stipulato (da adottare entro 3 mesi dall’entrata in vigore della presente legge) sono stabiliti:
    1) L’ambito di attività e le funzioni caratterizzanti le professioni dell’Osteopata e del Chiropratico.
    2)
    I criteri di valutazione dell’esperienza professionale.
    3)
    I criteri per il riconoscimento dei titoli equipollenti.
  • Con Decreto del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca di concerto con il Ministro della Salute (da adottare entro 6 mesi dall’entrata in vigore della presente legge) sono definiti:
    1) L’ordinamento didattico della formazione universitaria in Osteopatia e in Chiropratica.
    2)
    Gli eventuali percorsi informativi integrativi.

 

Per cui, a oggi, il percorso per l’istituzione della figura dell’Osteopata ha superato lo step dell’accordo sulle competenze e sull’ambito delle attività caratterizzanti la professione che prevede una laurea abilitante triennale e la delibera del Consiglio dei Ministri con il decreto del Presidente della Repubblica.

QUALI SONO I PASSAGGI ANCORA NECESSARI?

  • L’ordinamento didattico della formazione universitaria in Osteopatia.
  • I criteri per il riconoscimento dei titoli equipollenti.
  • I criteri di valutazione dell’esperienza professionale.

 

Per cui, l’articolo 7 della legge 3/2018 non parla della formazione o di titoli necessari per l’esercizio della professione di Osteopata, bensì dell’individuazione e dell’istituzione della professione dell’Osteopata.

 

Ora che sei a conoscenza della questione, ti chiediamo di scegliere in modo libero e consapevole sapendo che:

  • La professione sanitaria dell’Osteopata è stata individuata.
  • In base a questa normativa, l’Osteopata è il professionista sanitario in possesso di laurea triennale universitaria abilitante o titolo equipollente e dell’iscrizione all’albo professionale.
  • L’attuale quadro normativo non dà certezze relativamente ai titoli da considerarsi equipollenti.
  • Per rendere equipollente il titolo rilasciato da A.I.O.T (e da tutte le scuole afferenti all’Aiso) potrebbe essere necessario un percorso formativo integrativo (di cui non si conosce durata, al momento).
  • La formazione universitaria futura, probabilmente, avrà come elemento centrale (in base al contenuto del profilo professionale), quasi esclusivamente il sistema muscolo-scheletrico, riducendo la “visione globale” del paziente, elemento cardine dell’Osteopatia insegnata nelle scuole.
  • Il numero chiuso delle Università sarà legato al fabbisogno regionale di nuovi professionisti che, con l’immissione di 10.000 osteopati, potrebbe essere vicino allo zero.
  • L’Osteopatia (come premesso nel documento Stato-Regioni) non sarà praticata nelle strutture sanitarie e socio-sanitarie, rendendo difficoltosa la pratica del tirocinio.
  • Il patrimonio di oltre 30 anni di formazione appartiene alle scuole già esistenti.
  • L’A.I.O.T. garantisce questa esperienza erogando una formazione stabilita dai benchmark per la formazione in Osteopatia dell’Organizzazione Mondiale della Sanità del 2010 ed è certificata in base ai dettami della norma CEN EN 16686, il cui punto 6 stabilisce i requisiti per la formazione in Osteopatia.

 

Speriamo che tutto questo ti abbia chiarito le idee.

Se desideri approfondire questo tema e porci domande mirate, inviaci una mail a info@aiot.edu con le tue domande e ti risponderemo in modo più dettagliato.

 

Scarica il pdf del comunicato, cliccando qui.

GUARDA IL VIDEO DI PRESENTAZIONE DELLA NOSTRA ACCADEMIA

Vuoi conoscere meglio l’osteopatia e capire come diventare un osteopata?

Allora iscriviti al prossimo Open Day → https://bit.ly/3spaN8z